Translate

giovedì 31 maggio 2012

Per saperne di piu' .... sul punto croce


Oggi girovagando in internet ho letto delle cose molto interessanti sulla storia del punto croce ...
Come ho già scritto molte volte per me il punto croce è stata una vera e propria scoperta  e amore a prima vista ... la possibilità di spaziare in tutti quei disegni e colori ... be' lo trovo grandioso.
Inutile dire che ho imparato buona parte da mia mamma ma per il resto sono un'auto didatta ... dovevate vedere i primi ricami ... be' orribili perchè la difficolta, se così si puo' dire è che il lavoro per farlo bene deve essere perfetto sia davanti che dietro, ci sono dei corsi dove ti insegnano. Inoltre non si fanno nodi ...sarebbe troppo facile. Per vedere se il lavoro è fatto a opera d'arte, il rovescio del ricamo deve essere a stanghette e non ci devono essere croci.

Per chi non lo sapesse il punto croce è una tecnica di ricamo che si pratica con un ago a punta arrotondata e si basa sull'intreccio di fili colorati in modo da formare una x. Il filato piu' comunemente usato è il moulinè e si presenta come un filo composto a sua volta da 6 fili che si possono dividere (a seconda dei lavori e delle stoffe si possono usare due o tre fili ...). La stoffa che viene usata piu' comunemente usata per il punto croce è la tela aida che si trova a metratura oppure in  fascie di varie altezze in commercio oggi si trova tanto altro da ricamre ... c'è l'imbarazzo anche nei colori  .... oppure si puo utilizzare il lino o cotone sempre con la trama come il lino (io lo preferisco il ricamo risulta piu' compatto ...)

Il punto croce risale a tempi antichissimi, non si sà esattamente dove e quando abbia avuto origine ma si sono trovati in Asia Centrale dei reperti nell'858.
Comincia la sua vera storia però durante il Medioevo dove che viene usato per ricamare i vestiti di corte, vesti ecclesiastiche.
In Europa, tra il X e il XIII secolo il ricamo veniva eseguito dalle castellane nelle loro lunghe giornate passate ad aspettare i loro uomini che erano partiti per le guerre sante. I disegni, per lo piu' copiati dai tappeti portati dai crociati dall'Oriente venivano fatti su tela di lino e ricamati con fili di lana o di seta ... il cotone era ancora rarissimo a quei tempi ...
Con il Rinascimento il punto croce viene utilizzato per ricamare ornamenti sacri e guarnire maniche e orli di abiti. Veniva insegnato alle ragazze come base educazionale e imparvano a ricamre anche alfabeti e numeri
(es. iniziali sui fazzoletti e biancheria ...)
Avvicinandoci ai tempi nostri il punto croce viene utilizzato  per ricamare le doti delle giovani spose ...
E così ad arrivare a oggi il nostro punto croce ne ha fatta di strada da lavoro a passatempo, si perchè oggi viene fatto come passatempo ...
Il mio augurio è che anche se risulta un passatempo spero che si continui a tramandare da generazione a generazione perchè è così che è arrivato ai giorni nostri ....
Spero di non avervi stufato ...
Con affetto
ELE

Nessun commento:

Posta un commento

-lasciate un segno del vostro passaggio saro' lieta appena possibile di rispondervi ....

-se non avete un profilo e volete lasciare un commento sciegliete URL/Anonimo.

Grazie ELE